OpenAgri Uia

OpenAgri Uia
20 dicembre 2016 GKHC

OpenAgri Uia

 

Openagri

Il progetto:

Il Comune di Milano sta partecipando, in qualità di capofila, al progetto «OpenAgri: New Skills for new Jobs in Periurban Agriculture» insieme a Camera di Commercio, Industria e Artigianato di Milano, Parco Tecnologico Padano e Fondazione Politecnico di Milano quali partner principali. L’area di svolgimento del progetto è quella di Porto di Mare – Parco della Vettabbia.

Il progetto nasce nell’ambito del primo bando dell’iniziativa europea denominata “Urban Innovative Actions”, ai sensi dell’art. 8 del FESR – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (Regolamento UE n.1303/2013), volta ad individuare e a testare nuove soluzioni che affrontino i problemi relativi allo sviluppo urbano sostenibile e che siano rilevanti a livello europeo.

Il partenariato è così composto: Università degli Studi di Milano, Politecnico di Milano, Avanzi Srl, Cineca, Future Food Institute, Impatto Zero Srl, La Strada Società Cooperativa Sociale, Sunugal, Poliedra, Ifoa, Mare Srl Impresa Sociale, Food Partners Srl.

Il progetto è iniziato il 1° novembre 2016 e terminerà il 31 ottobre 2019.

Gli obiettivi specifici

  • costruire una catena alimentare sostenibile che vada dalla promozione al consumo, al fine di rispondere alle esigenze emergenti del settore agroalimentare;
  • rivolgersi ai giovani imprenditori e alle PMI innovative del settore agroalimentare e supportare soluzioni sperimentali che potrebbero emergere dalla loro collaborazione;
  • creare un ecosistema innovativo, un hub che collegherà tutte le parti interessate a livello territoriale in relazione ai temi dello sviluppo economico e dell’inclusione sociale e che favorirà la creazione di nuove competenze;
  • far diventare il progetto OpenAgri uno dei punti di riferimento nell’ambito della Food Policy del Comune di Milano;
  • rafforzare la posizione della città di Milano a livello internazionale nel campo delle politiche alimentari;
  • affrontare gli impatti del progetto nell’area di Porto di Mare al fine di promuovere la riqualificazione urbana;
  • contribuire al miglioramento della resilienza urbana;
  • avvicinare la politica agricola alle altre politiche innovative a livello locale;
  • costruire una filiera sostenibile sul tema del cibo, utilizzando approcci innovativi lungo tutti gli snodi;
  • dare all’area di Porto di Mare una valenza produttiva, ricreativa e multifunzionale

 

Le azioni

  • coinvolgimento degli stakeholder locali;
  • realizzazione delle attività di reportistica, monitoraggio e rendicontazione delle spese sostenute;
  • pianificazione, coordinamento e sviluppo delle attività di comunicazione relative allo stato di avanzamento del progetto;
  • disseminazione dei risultati;
  • creazione di una rete per il trasferimento delle conoscenze e delle buone pratiche;
  • gestione, pianificazione e creazione di tutto il processo di rigenerazione urbana nella zona di Porto di Mare – in particolare a Cascina Nosedo attraverso il restauro dell’edificio stesso;
  • realizzazione di un Innovation Hub dedicato all’agricoltura periurbana

 

I risultati

  • il progetto contribuirà all’incremento della resilienza urbana e della biodiversità, a partire dal tema food;
  • il settore agroalimentare sperimenterà significativi cambiamenti nell’ambito della catena produttore-consumatore, con le start-up che promuoveranno nuovi progetti di sviluppo, capacità e competenze consolidate;
  • l’agricoltura periurbana contribuirà a garantire la disponibilità di cibo, in particolare di prodotti freschi facendo aumentare la sicurezza alimentare e migliorando le abitudini alimentari dei cittadini;
  • il settore agroalimentare sarà in grado di attrarre investimenti per la produzione di ulteriori processi innovativi;
  • Milano diventerà una città più resiliente grazie all’innovazione prodotta nell’ambito dell’agricoltura periurbana;
  • sarà realizzato l’Innovation Hub;
  • l’area di Porto di Mare sarà rigenerata e sarà in grado di promuovere lo sviluppo locale, la coesione sociale e territoriale;
  • attraverso il progetto verranno promossi ambiti quali la cultura, l’educazione al cibo e l’imprenditoria giovanile

 

 

LINK: http://www.comune.milano.it/wps/portal/ist/it/amministrazione/internazionali/Progetti/progetti_europei_in_corso/OpenAgri+Uia

Comments (0)

Lascia una risposta